martedì 31 marzo 2015

Recensione: Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven

Recensione in anteprima

Titolo: Raccontami di un giorno perfetto
Autore: Jennifer Niven
Serie: Autoconclusivo
Editore: DeAgostini
Trama: È una gelida mattina d’inverno quella in cui Theodore Finch decide di salire sul tetto della scuola solo per capire che cosa si prova a guardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù, in bilico sul cornicione. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due animi fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istante che i due ragazzi iniziano a provare la vertigine che li legherà nei mesi successivi. Una vertigine che per lei potrebbe essere un nuovo inizio, e per lui l’inizio della fine…


La mia recensione

Voto: 5 Stelle

Ci sono dei libri che sai con assoluta certezza che lasceranno molto di più che un semplice ricordo sfuggente. Ci sono libri che ti apriranno in due il cuore e l'anima, che ti distruggeranno in mille pezzi, che ti faranno disperare, piangere, cadere ma al contempo sapranno regalarti molto più che una bella storia, ma una lezione, un insegnamento indelebile accompagnato da un bellissimo ricordo dolce amaro per un libro che silenziosamente avrà conquistato il tuo cuore.

All The Bright Places, Raccontami di un giorno perfetto, è la storia di due ragazzi diversissimi ma che per una serie di coincidenze si sono ritrovati a vivere il momento più importante della loro vita insieme, superando per quanto hanno potuto le difficoltà e le paure.
Raccontami di un giorno perfetto è la storia di una ragazza che ha ritrovato il coraggio di vivere e la storia di un ragazzo che si è rintanato fin troppo nella sua bolla.

La storia si divide tra capitoli raccontati dal PoV di Violet, ragazza popolare, entusiasta della vita e delle sue possibilità che dopo l'inaspettata morte della sorella si ritrova a vivere la vita monotonamente, come un susseguirsi di gesti meccanici, ad altri narrati da Finch, lo schizzato della scuola che non cerca altro che trovare se stesso.

Finch con la sua esuberanza, i sfaccettati aspetti del suo carattere, la sua allegria, la sua simpatia la sua intelligenza riuscirà a riportare Violet in carreggiata riuscendole a far dischiudere gli occhi alle meraviglie, alle stranezze della vita con la sua imprevedibilità e fantasia.

Raccontami di un giorno perfetto è lungi dall'essere un libro sul viaggio ma è a tutti gli effetti un libro che viaggia nell'animo dei protagonisti, due adolescenti alle prese con la vita e con la morte, è un libro che ti porta a scoprire un lato della vita di cui non sempre si ha il coraggio di parlare aprendoti gli occhi su quanto sia fondamentale la presenza nella nostra vita di persone sulle quali appoggiarsi e nelle quali confidarsi.

Il libro della Niven è un libro diretto che parte fin dal principio senza girare intorno al soggetto principale del libro, i nostri protagonisti si incontrano in una situazione che è l'argomento che dilania i loro pensieri. Dal quel momento in poi il libro è un viaggio alla scoperta dei protagonisti, cosa li ha condotti sul quel filo sottile che divide la vita dalla morte, è un viaggio alla riscoperta della vita, dell'avventura, dell'amore vero e dalla forza di andare avanti e di chiedere aiuto.

Quello della Niven è un libro che fa riflettere, che fa pensare e che ti porta a considerare tutto da un'altra prospettiva. È un libro diverso, un libro che osa e che lo fa in modo giusto perché concludi la lettura con un senso di vuoto che devi assolutamente riempire vivendo la vita al meglio, con tutto quello che hai e senza mai tirarti indietro, senza guardare alle spalle vedendo cosa non hai, senza pensare ai rimpianti ma solo ricordando tutto quello hai dato perché hai fatto del tuo meglio.

Mai discriminare un libro dal suo target, questo sarà sì uno YA ma è un libro che insegna ad accettarsi così come si è, insegna a guardarsi indietro non rimpiangendo quello che si è perso ma ricordando con un sorriso perché c'è stato.

Consiglio a tutti questo libro, un libro con una delicatissima storia d'amore, un libro con una bellissima storia d'amicizia, un bellissimo libro su cosa significare vivere in un mondo fatto di aspettative troppe alte e richieste inaccettabili, un libro che ci da tutt'altra considerazione del diverso, un libro che rimette ordine nella vita di tutti i giorni ricordandoci cosa è davvero importante.

Molto probabilmente questa recensione non avrà per voi un minimo significato, senso logico, è passato solo un giorno da quando ho terminato la lettura del libro ad ora che sto scrivendo la recensione ma non posso far a meno di pensare a questa storia senza provare un magone che mi chiude la gola ed ora che digito queste parole non posso fare a meno di piangere. Posso solo dirvi che questo libro mi ha dato molto più di una vita passata tra i libri, che non dimenticherò mai questi personaggi.

5 Stelle



- A presto Susi

6 commenti:

  1. Complimenti, bellissima recensione! Ho adocchiato già da un po' questo libro, la tua opinione non ha fatto altro che aumentare la mia curiosità, credo proprio di doverlo leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi leggerlo! È il libro dell'anno.

      Elimina
  2. non so se ne valga la pena di leggerlo, mi ricorda un po' troppo come trama the sky is everywhere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso assicurarti che i due libri sono agli antipodi! Sono due mondi diversi. È posso dirti che avendo letto entrambi questo è superiore ed ad anche quello ho dato 5 Stelle!

      Elimina
  3. Che bello, vorrei leggerlo...spero non sia troppo triste...ciao Maria

    RispondiElimina

I vostri commenti sono l'anima del blog