martedì 17 gennaio 2017

Blogtour: Amore, zucchero e caffè di Daniela Sacerdoti - Recensione

Blogtour
 
 
 Amore, zucchero e caffè di Daniela Sacerdoti - Recensione

Oggi sono qui per presentarvi l'ultima tappa del blogtour dedicato ad Amore, zucchero e caffè di Daniela Sacerdoti, in uscita per Newton Compton proprio oggi!
 
 
 
Il matrimonio di Margherita sta andando a rotoli. Rimanere incinta dopo averci provato per tanto tempo è stata una sorpresa favolosa per lei, ma non per il marito. Quando ne ha più bisogno, si rende conto che lui non c’è. E allora Margherita decide di prendersi del tempo per se stessa, per capire dove stia andando il suo matrimonio. Lascia quindi Londra per trascorrere l’estate a Glen Avich, il posto in cui sua madre e il patrigno gestiscono un caffè. Ha bisogno di uno stacco per riallacciare il rapporto con la figlia Lara e dare una svolta alla propria vita. Ma Glen Avich può avere uno strano...
 
 
La mia recensione
 
Voto: 4 Stelle

Quando mi hanno proposto di leggere questo libro avevo i miei dubbi, non avevo mai letto nulla dell'autrice e non avevo ancora chiara la mia opinione circa la sua carriera di autrice all'estero ma la trama, caratterizzata da uno dei pattern che adoro per i Romance, mi ha convinto a dare una possibilità al libro e a questa autrice. Vi basti sapere che arrivata a pagina 30 non sono riuscita, neanche per un solo secondo, a lasciare il romanzo, quindi sì la mia esperienza con Daniela Sacerdoti e assolutamente positiva e che non vedo l'ora di recuperare tuti gli altri libri editi dell'autrice in Italia.

Amore, zucchero e caffè è il terzo romanzo della serie di companion Glen Avich, preceduto da Ho bisogno di te e Se stiamo insieme ci sarà un perché. La serie prende nome dal piccolo paesino della campagna scozzese in cui parte della storia è ambientata, paesino dove la storia, il presente e un pizzico di mistero si uniscono per dare ai protagonisti del romanzi dell'autrice il coraggio di perseguire i propri desideri e trovare l'amore.

Dire che ho amato Amore, zucchero e caffè è davvero riduttivo, questo libro l'ho adorato a dismisura tanto che ho dovuto divorarlo e gustarlo tutto in una sola volta! La protagonista è uno di quei personaggi con il quale, volente o nolente, finisci per immedesimarti e la storia, l'amore che ne è il fulcro, è così coinvolgente ed emozionante che arrivata alla fine quasi ti dispiace dire addio ai protagonisti e alla loro storia.

La protagonista, la quale ci racconta la storia per la maggior parte dal suo PoV, è la giovane Margherita, insoddisfatta e disillusa da un matrimonio per il quale ha dato tutta se stessa e le sue energie. Decisa ha riconquistare la sua indipendenza e riscoprirsi, e dare ai figli la possibilità di ricominciare lontano dall'ambiente malsano di Londra e da una casa priva dell'amore sincero del loro padre, parte per Glen Avich, il paesino scozzese dove sua madre si è trasferita in compagnia del suo nuovo compagno. Qui pian piano ritroverà le vecchie abitudini, l'amore per la pasticceria che ha abbandonato anni addietro, e l'affetto sincero di un uomo, un uomo che la farà sentire speciale e desiderata come non le capitava da anni, un uomo che sembra aver attenzioni per i suoi figli che neanche il marito che ha lasciato a Londra sembrava avere.

Margherita è uno di quei personaggi che adoro, mi sono immedesimata in lei, ho provato tantissima empatia per le situazioni e le emozioni che vive, ma più di tutto ho amato il suo coraggio e la sua determinazione nel allontanarsi dal marito quando si è resa di non amarlo più come una volta. Quante persone rimangono incastrate in una vita che non ritengono soddisfacente per le ragioni più disparate? Chi ha davvero il coraggio di decidere di ricominciare una nuova pagina bianca a un giorno all'altro? Margherita ha questo coraggio e non si scoraggia alla prima difficoltà ma anzi rincorre con ancora più grinta i suoi sogni e i suoi desideri, no solo per se stessa ma per le persone che ama.

Il romanzo si divide tra vari PoV, c'è Margherita; sua figlia Lara, ci lascia delle deliziose e sincere pagine di diario che ho adorato leggere; e Torcuil, Lord che di nobile non ha nulla se non un'eredità ingombrante che lo porterà a conoscere Margherita e la sua famiglia.

Ho adorato tutti i personaggi secondari, Torcuil è davvero delizioso, quel tipo di personaggio misto tra un bibliotecario e studioso che facilmente riesce a incantare la lettrice che ha un debole per l'intellettuale, che non sa di essere anche molto di più che un topo da biblioteca. Gentile, disponibile e incredibilmente sincero, mi ha conquistato dalla prima volta che è entrato in scena!
Lara, la “Nonnina”, Leo e tutti i personaggi secondari sono davvero favolosi e ben realizzati tanto che non vedo l'ora di recuperare i precedenti libri della serie per scoprire nuove sfaccettature di alcuni di questi come Inary.

Il particolare che mi ha stupito piacevolmente e positivamente è stata l'introduzione dell'elemento sovrannaturale legato alle mere leggende scozzesi sui fantasmi, non dirò di più per rovinare la sorpresa se mai deciderete di dare una possibilità alla serie. Elemento marginale ma che ha la sua importanza nello sviluppo della trama che sono sicura non deluderà nessuno dei lettori.

Ma il vero punto vincente del romanzo è lo stile della Sacerdoti: elegante, sofisticato ma caratterizzato da un linguaggio semplice e per tutti che ti permette subito di entrare nella storia, appassionarti ed emozionarti solo come libri sanno fare.
Personalmente non ho amato l'organizzazione della trama riassumendo alcuni eventi importanti in un veloce excursus iniziale piuttosto che utilizzare dei flashback ma nel complesso ho adorato tutto: le bellissime descrizioni del paesaggio e degli ambienti, la caratterizzazione dei personaggi, lo sviluppo della trama, e l'introduzione dell'elemento sovrannaturale capace di dare originalità alla storia narrata.

4 Stelle
 
 
________________
 
 
Come ho detto in precedenza questa è l'ultima puntata del Blogtour, ma se volete ripercorrere le tappe precedenti vi invito a dare un'occhiata al calendario che trovate di seguito!

 
 
  
 
 
 - A presto Susi
 
 



1 commento:

  1. Ciao Susi, questo romanzo era un gigantesco NI, ma dopo aver letto la tua recensione ho cambiato idea, preso! ^^

    RispondiElimina

I vostri commenti sono l'anima del blog