mercoledì 1 novembre 2017

Recensione: Caraval di Stephanie Garber

Nuova recensione!

Titolo: Caraval
Autore: Stephanie Garber
Serie: Caraval #1
Editore: Rizzoli
Trama: Rossella non ha mai lasciato la piccola isola dove vive con la sorella Tella e il crudele padre. Ogni speranza di partecipare al Caraval, lo spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario che tutti sognano di vedere, sembra tramontare quando scopre che il padre ha già preso accordi per darla in sposa a un ragazzo che lei nemmeno conosce. E invece a sorpresa arriva l'invito che tanto ha aspettato: insieme alla sorella, Rossella fugge, ma appena arrivata al Caraval, Tella viene rapita. Rossella scopre che l'unico modo di ritrovarla è tuffarsi nel Caraval, e risolvere la caccia al tesoro al cuore dei suoi spettacoli. Presto però sogno e veglia sembrano confondersi, e i rischi lungo la pista di indizi si fanno decisamente pericolosi...
 

La mia recensione
 
Voto: 4 Stelle

Tra i libri più attesi di quest'anno arrivati in Italia è impossibile non considerare Caraval di Stephanie Garber, romanzo di debutto di una professoressa universitaria di scrittura creativa.

Che cos'è Caraval? È un gioco dove magia e finzione si fondono per dare la possibilità ai partecipanti di vivere un'esperienza indimenticabile.
Questo è il desiderio che Rossella ha espresso negli ultimi sette anni, poter ricevere un invito per lei e sua sorella allo spettacolo più bello dei regni conosciuti e poter rivivere la magia che sua nonna ha vissuto in prima persona.

Purtroppo tutto sembra complicarsi quando l'invito giunge proprio a ridosso del matrimonio della ragazza, l'unico mezzo che potrebbe permetterle di allontanarsi dalle angherie del padre. Nonostante le preoccupazioni Donatella riesce, con l'inganno e l'aiuto di un marinaio poco raccomandabile, a portare Rossella nell'Isola dove vive Legend e partecipare allo spettacolo di Caraval.

Il worldbuild ideato dall'autrice si racchiude tutto nella progettazione di Caraval: una messa in scena, uno spettacolo tra sogno e magia dove tutto è possibile e dove la protagonista potrà vivere la più grande delle avventure.

Ho adorato l'idea sulla quale si elabora la storia delle Garber, una storia intrigante e affascinante che ha tutto il gusto dell'esotico, nuovo e coinvolgente che porta il lettore ad addentrarsi subito nella storia e rimanerne catturato dalle primissime pagine fino all'ultima.

La protagonista è Rossella, giovane donna prossima al matrimonio, il solo mezzo che può liberare lei e la sorella dal pugno di ferro di un padre severo ed autoritario. Sebbene sia affascinata dall'idea di partecipare al gioco cede solo nel momento in cui scopre che la sorella è in pericolo di vita e solo la sua vittoria potrà permetterle di riaverla con lei.
È un personaggio determinato e coraggioso, una ragazza pudica e rispettosa delle tradizioni ma soprattutto è una ragazza che ama più della sua stessa vita la sorella ed è per questo che accetterà anche l'aiuto di Julian per arrivare alla fine del gioco.

Julian è senza mezzi termini il ragazzo che ti fa innamorare al primo sguardo: testardo e coraggioso, misterioso ed indecifrabile, affascinante quanto di bell'aspetto pronto a tutto per giocare a Caraval, anche mentire a Rossella sulle sue vere intenzioni.

Mentre ho sopportato quanto basta Rossella, diciamo troppo insofferente per i miei gusti in quanto a protagoniste di romanzi Fantasy, ho amato profondamente Julian, il vero mistero del libro. Julian è un ragazzo tutto da scoprire e che riserverà più di una sorpresa nel corso della lettura, è il personaggio che coinvolgerà il lettore attivamente nella lettura ma anche il personaggio capace di comandare a proprio piacimento i twist della storia.

Tra i personaggi secondari non può mancare Legend, il misterioso mago capace di reggere il gioco senza mai presentarsi, se non alla fine del romanzo.

Una narrazione coinvolgente e piacevole che ti porta nelle pagine del libro con facilità e che ti permette di arrivare a fine lettura senza accorgertene.
Lo stile della Garber è caratterizzato da un linguaggio semplice ma che si avvalora della fascinosa atmosfera che regalano le sue descrizioni della storia. Sono sicurissima che molto della particolarità del libro era racchiusa proprio nella costruzione delle frasi ricche di doppisensi e misteri nascosti che purtroppo non sempre riescono ad arrivare completamente con la traduzione, anche se quella presentata dalla Rizzoli è comunque sopraffina.

Un romanzo particolare che conquista con facilità e che ti porta in un viaggio che non ti aspetti.

4 Stelle


- A presto Susi
 

3 commenti:

  1. Bella recensione! Sempre più curioso di leggere questo romanzo!

    RispondiElimina
  2. Sarà una prossima lettura e non vedo l'ora! ❤️

    RispondiElimina
  3. ah però 4 stelle, mica male per questo libro!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono l'anima del blog