venerdì 21 febbraio 2014

Recensione: Champion di Marie Lu

Nuova recensione

Titolo: Champion
Autore: Marie Lu
Serie: Legend #3
Ediotre: Inedito
Trama: Lui è una Leggenda. 
Lei è un Prodigio. 
Chi sarà il Campione? 

June e Day hanno sacrificato molto per le persone della Repubblica – e l'un l'altro – e ora il loro paese è sul punto di una nuova esistenza. June è ritornata nelle grazie della Repubblica, lavorando nei circoli d'élite del governo come Principessa Eletta mentre a Day è stato assegnato un elevata posizione militare. Ma nessuno dei due avrebbe mai potuto predire le circostanze che li avrebbero fatti rincontrare ancora. Proprio quando un trattato di pace è imminente, scoppia un'epidemia che causa panico nelle Colonie, e la guerra minaccia i confini delle città della Repubblica. Questo nuovo ramo dell'epidemia è più mortale che mai, e June è l'unica che conosce la chiave per la difesa del suo paese. Ma salvare le vita di migliaia significherà chiedere alla persona che ama di rinunciare a tutto quello che ha. Con azione da cardiopalma e suspanse, la trilogia bestseller di Marie Lu arriva ad un incredibile conclusione.


La mia recensione

Voto: 5 Stelle

È finita. È finita e io non ci credo! La serie Distopica più bella di sempre è arrivata ad una conclusione e non so se essere più felice, perchè sono riuscita a leggerla o perchè è finita e non potrò più leggere di questi personaggi.

Prima di tutto devo ringraziare la mia adorata Liz, lei che mi ha spinta a leggere Champion anche dopo il tristissimo finale di Prodigy, lei che mi ha supportato dopo i pianti e la disperazione iniziale di Champion; Sei un tesoro Liz, grazie di esserci sempre per me, anche se si tratta solo di commentare un libro, sei indispensabile!

Questa non sarà una recensione eccezionale perchè non si può dire nulla per descrivere un libro meraviglioso che ti ha regalato emozioni incredibili e indimenticabili e secondo perchè è priva di spoiler, vi assicuro che non c'è nulla legato alla trama, sono sole le impressioni di una ragazza che è stata colpita nel profondo da un libro spettacolare.

Champion è un libro che pagina dopo pagina ti entra sotto pelle, mette radici per non lasciarti mai più, è uno dei libri più emozionanti che abbia mai letto, tante lacrime, sarà perchè sono sensibile tanto che ad un certo punto avrei voluto lasciare la lettura, ma soprattutto tanto amore che ti ripagano di tutto.

Prima di tutto per parlare di questo libro bisogna elogiare il grande lavoro di Marie Lu, una scrittrice che a mio avviso si posiziona di diritto tra le autrici da tenere d'occhio. Un lavoro che migliora di libro in libro che dimostra il grande lavoro di ricerca svolto da questa giovane autrice che ha saputo sviluppare un incredibile storia dalle basi solide, dai personaggi più che reali, dalle emozioni vere e dal finale più bello che si potesse chiedere per una trilogia.

Il background della storia si amplifica ancora di più, Marie Lu ci immerge in un contesto globale ben curato e ricco di dettagli che risponde ad ogni quesito del lettore: dalla politica, all'evoluzione scientifica e tecnologica fino ad arrivare a fine libro dove ci propone un finale che ben si sposa con le aspettative che un libro Distopico richiede ovvero un'evoluzione politica graduale che lascia il lettore soddisfatto e senza il tipico amaro in bocca dettato da un finale frettoloso.

I personaggi sono in assoluto i migliori che si possa chiedere per un YA. Dei perfetti esempi di personaggi a tutto tondo, tanto reali che le loro emozioni solo le tue così come le loro lacrime e le loro sofferenze.

Day è uno dei personaggi migliori che potevo chiedere. Coraggioso, altruista, forte, speranzoso e che ama con tutto se stesso la Repubblica, il suo paese, suo fratello, l'unica famiglia che gli rimane e June, la ragazza per la quale continua a struggersi ed amare nonostante sia un continuo ricordo delle persone che ha perso.
Non si può leggere questo libro senza immedesimarsi in lui e soffrire con lui, questo ragazzo che ha riportato sulle spalle il peso di una nazione, che ha combattuto fino alla fine per veder trionfare la pace e veder suo fratello trascorrere una vita normale.
Non posso pensare a lui senza un pizzico di malinconia, ma anche di felicità, è un personaggio che ha perso tanto ma che col tempo è stato ripagato.
È un personaggio che in questo ultimo libro completa la sua evoluzione: riesce a combattere rischiando anche la vita, lotta per il suo amore ed è fermo e deciso nelle sue decisioni, ha capito cosa vuole e come fare ad ottenerlo e non permetterà a niente e nessuno di portargli via il suo futuro anche se questo è il suo stesso cuore.

June in assoluto una delle eroine più coraggiose di tutti i tempi, non perchè si butta nella mischia rischiando la sua vita, ma perchè è talmente altruista e buona per fare quello che è meglio per gli altri ed essere allo stesso tempo fedele a se stessa e a quello che le chiede il cuore.
Ho amato le sue indecisioni riguardo il suo ruolo all'interno del mondo della politica, la sua fragilità di fronte gli assassini di suo fratello e all'idea di sporcarsi le mani di sangue, rivela quanto, nonostante la logica che la governa, sia una ragazza come un'altra con dubbi e paure.
Ho amato la sua decisione nell'affermare le ragioni del suo cuore di fronte ad Anden che con gentilezza continua a mostrare interesse per lei, ma soprattutto nei confronti di Day, questo ragazzo giusto e leale che ama e che non riesce a togliersi dalla testa.

Tra i personaggi secondari ritornano Anden, coraggioso, giusto, forte e deciso, un ottimo leader e condottiero, l'unico uomo capace di governare un paese in bilico con mano ferma ma senza diventare un dittatore ma cercando di far rinascere il paese sotto una luce nuova e verso un futuro di pace e libertà.

Eden, questo ragazzino che nonostante le sofferenze della sua giovane vita riesce a trovare il coraggio di affrontare di tutto per essere d'aiuto. Non si può non ammirarlo ed amarlo!

Tess, questa ragazzina che non riuscivo a farmi piacere in questo libro è riuscita a trovare il modo di redimersi ai miei occhi. È cresciuta, ha imparato a sacrificarsi e vedere e rivedere i propri sentimenti in luce dei cambiamenti ma soprattutto in luce della nuova posizione che ha riconquistato nella sua vita, una ragazza che compie le proprie decisioni e con i propri desideri non più uno scarto della società.

Thomas, non si può dedicargli un pensiero, è uno di quei personaggi che ti fanno riflette e riflette fin quando non si riesce a togliertesli dalla mente o come ha fatto nel libro a redimersi per quello che riteneva giusto. Questo personaggio è la dimostrazione vera e propria di quello che succede in un mondo dittatoriale, un mondo che taglie la libertà di pensiero alle persone che arrivano fino a negare l'evidenza e il giusto per sottostare agli ordini e alle aspettative.

Metias che durante tutta la trilogia ha avuto una presenza costante diventando il metro di giudizio e di consiglio di June, un monito di riferimento e di comportamento che ha reso June la ragazza che ha saputo rialzarsi e affrontare la vita nonostante il dolore, le delusione e le difficoltà, dimostrando quanto sia importante l'amore anche quando le persone ci lasciano.

Infine Commander Jemeson che rappresenta l'antagonista per eccellenza, quel personaggio che non ne vuole sapere di morire e che riempe il libro di ansia e imprevedibilità. 
Personaggio meschino e perfido perfetta rappresentazione dell'uomo egoista che pensa solo ed esclusivamente ai propri interessi.

Tantissimi temi trattati ma tra i tanti è impossibile negare il peso che ha il tema della guerra, di quanto questa sia il più delle volte insensata e solo la dimostrazione del più forte che sottomette il debole; Il potere assoluto e di come questo, nonostante il progresso e l'evoluzione, continui a serpeggiare e a mascherarsi anche nei governi che sembrano essere il futuro e la libertà; I sacrifici che si è disposti a fare per vedere trionfare la giustizia; E l'amore, l'amore in tutte le sue forme e natura, che ci dimostra che anche nel più buio dei momenti ci riesce a risollevare e continuare a lottare e a sperare.

Il punto vincente del libro, ma di tutta la trilogia è sicuramente il linguaggio semplice e diretto della scrittrice che così facendo parla al cuore del lettore e alla sua anima: ogni parola è impressa nel lettore che non può far altro che custodirle e portarle dentro di se come il più vero degli insegnamenti.

Un ultimo plauso al libro è dedicato al finale: un finale che ci dimostra che malgrado la sofferenza, il dolore, le paure è possibile ricominciare lasciandosi il passato alle spalle e guardare al futuro con la speranza nel cuore perchè a volte il destino ha il suo unico modo di agire.

Ma chi è il Campione
Il Campione è l'eroe che sacrifica tutto per gli altri, il Campione è colui che viene ripagato per i sacrifici fatti, il Campione è l'amore che non muore ma che ti da forza ogni giorno per proseguire e per lottare, il Campione è colui che non si arrende, il Campione è colui che si alza ogni giorno e affronta la vita.

5 Stelle


- A presto Susi

12 commenti:

  1. Santissimo! Sono ancora a Legend ma sono in pieno trip. Mi attivo per avere il seguito in inglese. So che la mia felicità dipenderà da questo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi offro come sostenitrice morale! Contattami quando vuoi <3

      Elimina
    2. È una recensione stupenda. Sono così felice che ti sia piaciuto. ❤️
      E grazie a te, per tutto....ora ci aspetta il prossimo libro. :)

      Elimina
    3. Into The Still Blue ci aspetta *__*

      Elimina
  2. Ahhh, e io sono ancora qui che aspetto Prodigy e non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  3. Devo ancora leggere il primo, non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  4. Non ho letto la recensione ne la trama per non spoilerarmi nulla XD Non vedo l'ora di continuare questa saga!! *--*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sono spoiler ma non vedo l'ora che tu lo legga! È magico!!!! *___*

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Si sa quando uscirà in Italia? T.T non resisto più.

    RispondiElimina

I vostri commenti sono l'anima del blog