martedì 27 dicembre 2016

Recensione: Flower di Elizabeth Craft e Shea Olsen

Recensione in anteprima!

Titolo: Flower
Autore: Elizabeth Craft, Shea Olsen
Serie: Autoconclusivo
Editore: Newton Compton
Trama: Charlotte vive con la nonna ed è una ragazza con la testa a posto: bravissima a scuola, lavora in un negozio di fiori per pagarsi gli studi. È molto concentrata e non ammette distrazioni, non esce di sera e non accetta inviti dai ragazzi. È ossessionata dal pensiero della madre e della sorella che pensa abbiano sprecato le loro vite alla continua rincorsa dell’amore e del sesso. Charlotte ha promesso a se stessa che non farà la loro fine, non perderà di vista i propri obiettivi per colpa dei ragazzi, per questo studia con estrema dedizione con l’obiettivo di essere ammessa a Stanford. Fino a che, un giorno, nel negozio entra un cliente strano, ombroso ma gentile, un tipo affascinante ed esigente e, all’apparenza, molto ricco. Charlotte fa quell’ultima vendita e all’ora di chiusura torna a casa sicura di non rivederlo mai più… Ma la mattina dopo le viene recapitato un mazzo di fiori bellissimi e costosissimi e scopre che il misterioso cliente si chiama Tate ed è la più famosa pop star del pianeta… e anche se tutto ciò che rappresenta quel ragazzo è distante anni luce dalla vita di Charlotte, la scintilla è scoccata e ora sarà difficile tornare indietro…


La mia recensione
Voto: 3 Stelle

Flower di Elizabeth Craft e Shea Olsen è una delle pubblicazioni più attese del prossimo anno, libro che in Italia sarà in vendita dal prossimo 2 Gennaio, mentre in Inglese dal giorno successivo, 3 Gennaio.

Ringrazio tantissimo la Newton Compton che mi ha permesso di poterlo leggere in anteprima durante queste vacanze Natalizie, è stata una lettura deliziosa che mi ha accompagnato nei giorni delle chiassose e spensierate cene in famiglia!

Diversamente da quanto ho pensato appena vista la cover, Flower è uno YA e non un New Adult, piacevole sorpresa dopo aver passato l'ultimo mese con letture diverse e per la maggior parte New Adult.

Libro coscritto da due autrici e per quanto una di queste, la Olsen, sia alla sua prima opera diversamente della Craft, lo stile del romanzo è la vera punta di diamante per questo libro: uno stile accattivante, molto giovanile che entusiasma il lettore e lo porta ad appassionarsi e leggere in una sola seduta la storia della protagonista.

Flower è la storia di Charlotte, giovane losangelina di 18 anni che, diversamente dalla tradizione che porta le donne della famiglia a ritrovarsi ad abbandonare sogni e desideri per relazioni amorose naufragate al primo ostacolo, ha deciso di impegnarsi senza distrazioni per raggiungere il suo obiettivo, entrare nel college di sua preferenza. Tutto sembra andare secondo i suoi piani quando, un giorno, un ragazzo entra nel negozio di fiori dove lavora portando scompiglio e uno strana sensazione alla bocca dello stomaco, che la porta a prendere decisioni insensate e avventate come accettare di accettare l'invito ad un appuntamento.
Riuscirà Tate, bello e misterioso, a rubare il cuore della giovane Charlotte, o quest'ultima lascerà alla ragione comandare ancora le sue scelte?

Come ho detto in precedenza Flower è una lettura molto deliziosa e appassionante ma più delle volte la trama cade in una serie di cliché e tematiche che sono state usate e abusate in abbondanza nei romance: seppur venga usata una delle mie trope preferite – runway star meets girl next door – il libro urta il mio lato attento alla coerenza delle varie storyline introdotte, nonché la coerenza psicologica dei vari personaggi. Non mi è piaciuto che Charlotte più di una volta rifuggisse dalla sua famiglia per un ragazzo appena conosciuto; ho odiato che Tate più di una volta ritornasse su i suoi passi e che Charlotte accettasse, quasi di buon grado, a perdonargli ogni suo sbaglio; non ho gradito molto il finale, che seppur “felice”, lascia molte questioni in sospeso.

La caratterizzazione dei personaggi è fatta bene se non per quelle pecche – come quelle citate sopra – che ti innervosiscono a tal punto da poter avere il potere di entrare nella storia e dirne due ai protagonisti. In tutto questo però posso dire di aver apprezzato la caparbietà e la determinazione di Charlotte nel perseguire, senza farsi frenare dagli ostacoli, ogni suo sogno e partire senza remore o rimpianti verso un futuro che ha costruito solo con le sue mani e le sue sole forze. Ho amato la dolcezza e romanticismo di Tate, la sua semplicità e genuinità nell'esprimere i suoi sentimenti per Charlotte ma anche la sua fermezza nel perseguire con ogni mezzo la ragazza che ama.

Flower è un romanzo narrato da un singolo PoV, caratteristica che forse ha penalizzato e non poco il romanzo, che in questo modo ha palesato tutte le sue mancanze e debolezze, il doppio PoV alternato tra i due protagonisti più di una volta aiuta a creare dinamicità nella storia e dare la possibilità alle autrici di poter caratterizzare i personaggi attraverso una visuale diversa e dare l'occasione al lettore di poter comprendere più a fondo le azioni che muovo i personaggi della storia.

3 Stelle per una storia molto carina, ma che non ha sfruttato al 100% le possibilità che aveva a disposizione.
- A presto Susi

3 commenti:

  1. Mi è appena stato spedito dalla casa editrice, sarà una delle mie prossime letture, la trama mi ha convinto, vedremo se la storia dei personaggi mi piacerà.
    Poi ti farò sapere cosa ne penso, se sono d'accordo con il tuo parere :)

    RispondiElimina
  2. Devo ancora finirlo ma finora sono d'accordo con il tuo pensiero.

    RispondiElimina
  3. Spero ci sia un continuo o un libro successivo perché il finale lascia la domanda di come vivranno i due protagonisti

    RispondiElimina

I vostri commenti sono l'anima del blog