lunedì 15 dicembre 2014

Recensione: Tutta colpa del mare (e anche un po' di mojito) di Chiara Parenti

Nuova recensione!

Titolo: Tutta colpa del mare (e anche un po' di mojito)
Autore: Chiara Parenti
Serie: Autoconclusivo
Editore: You Feel (Rizzoli)
Trama: La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l’addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all’estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male… e anzi l’aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l'alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta!


La mia recensione
 
Voto: 4 Stelle
 

Il primo pensiero coerente che mi è frullato in cervello appena terminata la lettura di questo libricino di Chiara Parenti è stato: “Perché ho aspettato così tanto per leggerlo?”.

Tutta colpa del mare è uno di quei romance che non puoi smettere di leggere una volta iniziato, è come la corrente del mare che di notte è così forte a causa della vicinanza della luna che ti travolge e che ti annienta lasciandoti senza forze.

Dopo questa seconda lettura lo stile di Chiara diventa inconfondibile: semplice e calibrato e quella sottile ironia che ti entra dentro e che ti stampa un colossale sorriso per tutta la durata della lettura. Ma il libricino non è solo ironico ma anche incredibilmente romantico.

La narrazione si alterna tra scene del passato e altre del presente che vedono la nostra Maia come protagonista. Una ragazza diligente, intelligente e con la testa fin troppo fissa sulle spalle, non più la ragazzina innocente e che credeva ancora nelle favole che si è innamorata perdutamente quando aveva 17 anni. Ma il fato le ha dato una seconda chance che, grazie ad anche un po' di mojito, ha saputo sfruttare al meglio riscoprendo sé stessa e l'amore per Marco che, n fondo, non ha mai dimenticato, perché seppur ci si innamora più volte nella vita l'anima gemella, quella che ti completa in tutto e per tutto, rimarrà solo e soltanto una e non ci si può permetter di lasciarsela sfuggire una seconda volta.

Marco, eterno Peter Pan, sognatore incallito ed incredibile romantico riuscirà a far innamorare di nuovo la sua 'apetta' ma riuscirà anche ad incantare il lettore che non tiferà per il ricco ed egocentrico di turno ma bensì per il ragazzo acqua e sapone che con il magico suono della chitarra e il mare di sottofondo riesce a battere tutti i sogni di gloria e successo che si possano mai avere.

Una lettura leggera e non troppo impegnativa ma che ti coinvolge dal primissimo capitolo e che non ti lascia mai insoddisfatto.

Tanti temi trattati: dall'adolescenza al primo amore, alla vita stressante di una donna in carriera e alla voglia di lasciarsi tutto alle spalle, e l'incredibile senso di libertà che solo il mare è capace di conferirci. Ognuno di questi ha la sua collocazione precisa all'interno della trama, che ben imbastita riuscirà a rendere reali le situazioni e tutti i personaggi presentati anche in poco più di 100 paginine di ebook.

L'unica pecca che posso indicare e la mancanza di un vero e proprio epilogo, ma quella è colpa di una mia fissazione, perché un romance senza epilogo e come una bellissima torta senza ciliegina in cima.

4 Stelle, per un libricino che avrei tanto, tanto voluto fosse un vero e proprio romanzo. Maia e Marco mi sono rimasti nel cuore.

 
- A presto Susi


4 commenti:

  1. Devo leggerlo anche io, ma m'ispira più d'estate :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, ma non potevo resistere!

      Elimina
  2. Oh bello, bello, bello! con 200 mila battute ha fatto una vera magia! sono contentissima che ti sia piaciuto perché il libro merita un sacco e Chiara merita di scrivere una storia senza vincoli di lunghezza, è troppo "grande" per una collana digital only U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii Un romanzo di Chiara con 300 pagine da avere sulla mensola! Sogno e desiderio!!!

      Elimina

I vostri commenti sono l'anima del blog